10/07/2020
Eretico.it

IN SENSO AVVERSO ALLE IDOLATRIE

Conte: “Chiuse aziende non necessarie”

“E’ la crisi più difficile dal dopoguerra. La morte di tanti concittadini non sono semplici numeri”. Sono le parole del premier Conte dopo l’incontro con i sindacati. “Le misure adottate necessitano di tempo per essere efficaci, sappiamo che sono severe,ma non c’è alternativa”.  Stop ad “attività produttive non necessarie a garantire beni essenziali.

Aperti supermercati e alimentari senza restrizioni. Invito alla calma:no corsa ad acquisti”. Resta aperto tutto il resto. “L’emergenza sanitaria si tramuta in emergenza economica,ma lo Stato c’è”